CERVA – SPECIAL FEATURES

C’è una sostanziale differenza tra il guardare e l’osservare, tra l’immaginarsi e l’immedesimarsi,
perchè è con la comprensione e con l’esperienza diretta che interviene la sensazione.
Solo quando abbiamo questa percezione completa, abbiamo le basi necessarie per tentare poi di riprodurre una realtà e trasmettere emozioni.

Dopo aver letto la storia di Cerva ci siamo chiesti cosa significasse muoversi nei luoghi narrati, quali suggestioni potessero coinvolgere i sensi dei protagonisti.
Siamo stati in un bosco.
Abbiamo cercato di riempire gli occhi di colori, di ombre e di spazi, di ascoltare i rumori, ascoltare i silenzi, di focalizzarci sull’azione.
Siamo stati a teatro.
E’ stato necessario soffermarsi e spendere del tempo per interpretare il movimento, individuare la gestualità, ascoltare il proprio corpo, le espressioni facciali, i muscoli, le ossa.

Nulla va lasciato al caso e tutto è in funzione della realizzazione di Cerva in computer grafica, nei vari passaggi della tesi, in tutti i dipartimenti con maggior consapevolezza.
Si lavora tanto, e il tempo scorre sempre più velocemente… la consegna è vicina.
Avanti con lo sprint finale, che la tecnologia ci assista!