The BigTour 30

Scroll this

La terza generazione di BigTour prevede sempre un tema. Che cambia di volta in volta.
Un’indicazione, una rotta nuova, un semplice “perdiamoci sul serio”.

Il viaggio di quest’inverno aveva come scopo la neve. Cercare di farsi guidare dalla neve, attraverso lande desolate.

Lo abbiamo fatto.

Ci siamo persi nel nulla. Abbiamo guidato dentro una bufera. Abbiamo lasciato una macchina nel mezzo di un parco nazionale, nella neve.

Abbiamo navigato le acque di un lago salato. E anche lì abbiamo lasciato giù una macchina.

Abbiamo percorso più di 4000 chilometri attraverso quattro stati americani. Abbiamo passato ore su ore in macchina, raccontandoci storie, cantando a squarciagola, facendoci indovinelli e scherzando sui gossip.

Ci siamo conosciuti. Abbiamo conosciuto persone che fino a due settimane fa avevamo solamente intravisto per i corridoi.
Abbiamo scoperto persone fantastiche, altre invece ci hanno fatto capire che forse non abbiamo idee in comune.
Ma abbiamo comunque imparato a muoverci insieme. A rispettare il leader della giornata. Ad aiutarci quando serve, a sacrificare la nostra comfort zone per qualcosa di più grande.

Viaggiare in 50 persone non è semplice. Vivere a stretto contatto per due settimane è ancora più complicato. Ma quando non importa da dove parti o dove vai… l’equipaggio, la squadra, il gruppo diventano il vero tesoro di questa traversata per le lande desolate del vecchio west.

Torniamo a casa con gli occhi colmi di lacrime, sabbia, neve. Con i cuori pieni di momenti infiniti e le mani strette ai nostri nuovi amici.