The Untold Saga: Miscellaneous week 02

Scroll this

Se la prima settimana è dedicata principalmente ai test e alla creazione dei primi modelli, dalla seconda settimana si può dire che entriamo nel vivo della tesi.

Quella di quest’anno raggruppa insieme due grossi progetti: Un cortometraggio animato in tecnica mista, creato dai ragazzi del Master in Computer Grafica, prologo del secondo progetto, un videogioco a scorrimento (beat ’em up, per i più nerd) che il Master in VR sta già sviluppando. A fare da collante tra i due, il Master in Concept Art che si occupa di fornire le illustrazioni per gli sfondi animati del cortometraggio e i concept di qualsiasi elemento componga il videogioco.

Ma andiamo per ordine.

CG.
Gli asset iniziano ad affollarsi uno sull’altro riempiendo di lavoro il reparto di texture e shadeing, mentre il reparto di environment inizia a creare il layout delle scene e i ragazzi di character iniziano a “buttar fuori” i primi modelli dei personaggi che saranno i protagonisti della nostra storia.

Ma la faccenda non è certo semplice come potremmo pensare. Se fino ad ora infatti tutti i modelli creati dai ragazzi durante il training avevano come fine principale quello dell’estetica (oltre che della tecnica), adesso inizia la parte complessa, quella che potremmo definire ottimizzazione o, per dirla in termini più tecnici, quella della “retopo”.

Questo passaggio è fondamentale perché permetterà poi al reparto di rig di creare dei sistemi di controllo per il movimento dei personaggi e, in alcuni casi, anche degli oggetti di scena. Inizia così un continuo avanti e indietro di files tra i due reparti al fine di creare un modello perfettamente riggabile.

Compositing e animazione non stanno certo lì a girarsi i pollici.
Entrambi hanno ancora parecchie cose da testare. I primi si esercitano con la creazione di Visual Effects e sperimentano un modo interessante di dar vita ai disegni 2D senza per forza ricorrere al frame by frame, gli altri invece animano dei modelli place holder, lavorando sul timeng e sulle pose chiave delle animazioni.

Dietro le quinte, il reparto di Credits lavora ai titoli di coda. Un vero e proprio terzo progetto di questa grande tesi. Ispirati dai credits di Captain America Civil War cercano soluzioni originali per effetti spiazzanti. Ne vedremo delle belle.

ART e VR.
Ad una veloce occhiata sembrerebbe quasi che lo sviluppo del videogioco proceda a rilento. 
Ma per un occhio più esperto le cose non stanno affatto così!

I ragazzi di Art hanno preparato una quantità imprecisata di concept prendendo spunto da una quantità di reference ancora più impressionante. E il lavoro di ricerca che ne sta venendo fuori è assurdo.
Qui sotto giusto qualche esempio.

Spade, scudi, archi e pozioni sono già in lavorazione e i primi concept finiti sono già nelle mani dei 3D artist che, rapidi come schegge, sfornano un modello dietro l’altro. Intanto gli animatori sperimentano le idle e i sistemi di combo dei personaggi, mentre il reparto di script lavoro alla IA dei nemici per rendere il gioco più avvincente e non troppo semplice da giocare.

Insomma stanno tutti lavorando alla grande e i risultati, a sole due settimane dall’inizio, sono già impressionanti.

Continuate così ragazzi!