Chiavi di Animazione

In Master CG XXXIII
Scroll this

Come si da vita ad un oggetto inanimato?

Questo è il tema fondamentale della settimana di animazione, in cui qualsiasi cosa prende vita.

Nel mondo del 3D importantissime sono le chiavi di animazione, dei piccoli segnetti rossi sulla timeline che definiscono le pose principali del nostro personaggio.

E detta così sembra anche una cosa semplice.

Se non fosse che ogni segnetto corrisponde ad un controllo e, chi ha fatto rig lo sa già, ogni controllo corrisponde a uno o più ossa del nostro corpo.

Insomma è un po più complicato di quanto possa sembrare.

Il normalissimo Graph Editor di un’animatore, dove ogni curva corrisponde ad un controllo.

Ma per quanto magica e favolosa, l’animazione è qualcosa di molto più complesso.

È questione di occhio, cura per i dettagli, capacità attoriali e tanto, tantissimo allenamento. Che va fatto al computer giocando ai videogiochi, oppure al cinema guardando film su film (ovviamente animati) e analizzando ogni singolo movimento frame per frame, come degli psicopatici. 

E così quanto i tuoi genitori ti chiederanno come mai sei al cinema (o perché stai tutto il giorno davanti ai videogiochi) piuttosto che a scuola, tu potrai rispondere “Sto studiando”.

E sarà vero.

Il tutto va condito da 12 regole fondamentali.

I cosiddetti “Principi dell’animazione”, delle regole importantissime affinché una animazione appaia come bella.

E questo vale sin da subito.

Infatti, la prima settimana di animazione, i ragazzi del Master CG e del Master GAME, oltre ad animare una pallina che rimbalza, imparano a mettere in posa i personaggi in maniera credibile.

Si, partiamo proprio dalle basi.