Rigga bene chi Rigga ultimo

In Master CG XXXIII
Scroll this

Sono ormai trascorse tre intense settimane dall’inizio del Master 33 e

“Stava andando tutto secondo i miei piani…
o almeno così credevo… “.

Che sono sia le parole di Kuzco in “Le Follie dell’Imperatore” ma probabilmente anche le stesse che sono passate per la mente dei ragazzi dopo appena mezz’ora dall’inizio della terza settimana.

Ma non di tutti i ragazzi.

Eh si, perché mentre le prime due settimane i ragazzi del Master CG seguivano tutti una unica direzione, affrontando contemporaneamente (anche se in classi e con insegnanti differenti) il modulo di Intro Maya, adesso il corso ha preso 5 strade diverse, dando il via a quello che noi chiamiamo Modulo 1.

Modellazione, Render, Compositing, Animazione e… RIG.

E come avrete capito da questo lungo preambolo, e dal titolo di questo blog, oggi parliamo proprio di loro…

I ragazzi di Rig.

Due classi: Falcon e Titan.

Una Master CG, quello classico, quello storico, il più famoso di sempre. L’altra lo stesso… ma nella sua versione in Inglese.

In questa settimana si imparano moltissime cose.
Più di quelle che la mente di uno studente può contenere, ed è per questo che le loro facce ad inizio settimana erano più o meno queste.

Il rigger è una figura fondamentale nella lunghissima pipeline di lavoro (o catena di montaggio) dell’industria della Computer Grafica (e non solo).

Il suo compito non è esclusivamente quello di creare delle marionette digitali per il reparto di animazione, ma è soprattutto quello di risolvere problemi.

Di ogni genere e tipo.

E, a volte, addirittura quello di prevedere possibili problemi e risolverli ancora prima che questi si presentino, facilitando il lavoro a tutti gli altri reparti.

Insomma un compito tanto importante quanto difficile, che richiede una giusta preparazione sul piano tecnico, una pazienza enorme (soprattutto con gli animatori che chiedono sempre nuovi controlli per i loro personaggi), ma anche una buona dose di creatività.

D’altronde, dove sta scritto che un tecnico, come lo è un rigger, non ha bisogno di essere creativo?

Affrontare Rig la prima settimana del Modulo 1 è un’impresa non da poco.

Perché l’asticella della tua sanità mentale cade in picchiata dopo il delirio di Onnipotenza da “Ho fatto un Robottino in 1 settimana senza mai aver aperto un programma di 3D”.

Ma tranquilli… la ruota gira per tutti.