Un NDA per il Master Art

In Master Art XXXIII
Scroll this

Questa bizzarra storia inizia durante la tredicesima settimana di training, quando, dopo essere entrati in classe, ai ragazzi del Master Art vengono distribuiti dei fogli da compilare e firmare.

Che detta così, in un contesto scolastico, sembra quasi di trovarsi di fronte ad uno di quei compito in classe “a sorpresa” che i professori facevano un po per vedere in quanti erano davvero preparati sugli argomenti spiegati, un po perché probabilmente li divertiva vedere le facce dei loro studenti impallidire al solo pensiero.

Fortunatamente però a BigRock non esistono le sorprese.

O meglio, esistono solo sorprese belle.

E quindi anche una cosa strana come questa in realtà preannuncia qualcosa di stimolante per ogni studente.

Solo che loro ancora non lo sanno.

I fogli che distribuiamo ai ragazzi di Art sono dei normalissimi contratti di non divulgazione, i cosiddetti NDA.

Di solito vengono forniti dalle aziende quando un artista inizia a lavorare per un progetto che DEVE rimanere segreto fino alla fine dei lavori.

Per dirla in parole più semplici:

Un progetto TOP SECRET!

L’azienda in questione però è BigRock stessa e il progetto di cui stiamo parlando è (rullo di tamburi):

La tesi del Master 33.

Si, i ragazzi di Art sono già entrati in tesi e, tra grida di felicità e stupore, stanno preparando tutto il materiale che servirà agli altri due master per realizzare un cortometraggio e un videogioco unici e strettamente collegati tra loro.

È ancora presto per dire altro.

Nelle due classi di Art infatti è severamente vietato l’ingresso, anche agli altri studenti.

Almeno per il momento…