VR weeks

Scroll this

Zitti zitti, quatti quatti, i ragazzi del Master VR intanto hanno portato avanti il loro programma.

Dalla prima settimana, in cui hanno modellato e texturizzato un’auto (che abbiamo poi inserito in game room), hanno passato varie fasi.

Una di queste è il visual scripting.

I ragazzi hanno cominciato a muovere i primi passi su unity, il motore di render realtime più potente, quello dei videogiochi più importanti.

In unity i ragazzi hanno imparato a gestire l’interfaccia e il sistema di programmazione a nodi.

Sono arrivati così a produrre i loro primi videogiochi platform 2D, programmando le interazioni con il giocatore e il gioco.

Perchè i software nuovi non finiscono mai… ecco quindi ZBrush!

La settimana scorsa si sono divertiti a scolpire digitalmente i loro busti di mostri e demoni.

Personaggi che poi verranno retopologizzati (ovvero verranno ottimizzati) per essere inseriti in ambiente di gioco.

Un passo in avanti per quelle che saranno le prossime sfide in game room.

Non vediamo l’ora.