ZBrush per VR

Scroll this

Il percorso formativo del Master in Virtual Reality prevede due strade parallele: una artistica, dove si apprendono i fondamenti del 3D, applicandolo al render in real time, e una tecnica, dove si impara come strutturare tutte le interazioni all’interno di un videogioco o di un’esperienza VR.

I ragazzi quindi, in successione faranno sempre una settimana artistica e poi una tecnica, una artistica e una tecnica… e così via.

Questa settimana i ragazzi del Master VR hanno visto per la prima volta ZBrush. Un software molto particolare, con comandi e interfaccia molto diverse da Maya (a cui avevano cominciato appena a fare l’abitudine), ma con un potenziale artistico assurdo.

Hanno cominciato a capire come si scolpisce, come si crea, come si dettaglia un modello 3D.

E appena comprendi i nuovi comandi, i nuovi pannelli, è tutto molto soddisfacente!